La vacanza di Tini

La  vacanza di Tini

 

Quest’anno l’inverno è veramente freddo; sto aspettando i nipotini che vengono a passare il pomeriggio da me mentre i genitori fanno la spesa.

 Uno scampanellio e un ticchettare di ditini sulla porta… sono arrivati. “Come state cuccioletti? Che nasini rossi ! Svelti, andate a mettervi le pantofoline mentre io preparo una bella cioccolata calda..”

 Un saluto a mamma e babbo che vanno via e… al lavoro.

 Siamo seduti con le nostre tazze fumanti (nonna, scotta!).

 E’ un pomeriggio tranquillo, fuori il cielo è grigio ma in casa c’è un bel tepore….

 “Come stanno Tini e Farfallina?” chiedo ai piccoli che sono innamorati dei loro pesciolini e ne parlano sempre volentieri.

 “Bene, nonna, Tini mangia sempre tanto e Farfallina gli fa sempre la corte….. ma ci  racconti di nuovo di quando erano qui?”.  E inizia la storia.

 “In primavera vicino a casa vostra hanno fatto una fiera – c’erano tanti banchi che vendevano di tutto, giocattoli,  dolci e palloncini colorati – vi ricordate? Abbiamo preso il palloncino di Winnie the Pooh – e poi c’era un banco con tanti animali: coniglietti nani, criceti di tutte le misure e colori, uccellini (cantavano tutti insieme e si sentiva da lontano il loro vocio) e pesciolini rossi.

 Mamma si commosse alle vostre richieste, anche perché i pesciolini danno veramente poco da fare e così siamo tornati a casa (quel giorno ero anche io con voi)  con una vaschetta e due pesciolini rossi (arancioni – si arrabbia Ilaria…).

 A casa presero un posto d’onore, prima in camera vostra, ma rischiavano di cadere perché Matteo per vederli si arrampicava sul mobile e li avete spostati  in cucina.

 Erano molto carini e voi stavate sempre attenti che non gli  mancasse da mangiare….

Ilaria li aveva chiamati Farfallina e Fiorellino.

 Ma Farfallina – all’inizio dell’estate – morì.

 Fiorellino era rimasto solo e nuotava in su e in giù per la vaschetta.

La mattina, quando arrivavate in cucina veniva a salutarvi, ma forse si sentiva solo.

 Poi siete partiti per le vacanze e  Fiorellino si trasferì da me perché non era possibile portarlo.

 Ilaria si raccomandò: “nonna, compri un amichetto per Tini?” (Matteo lo aveva ribattezzato così…).

Qui vicino, però,  non ci sono negozi di animali e andare in autobus con un pesciolino nel sacchetto era un po’ scomodo. Mi dispiaceva non potervi accontentare però si vedeva che Tini si sentiva solo: andava in giro per la vaschetta e cambiava strada solo al mattino, quando veniva a salutare.

Inoltre  dormiva, dormiva tanto: probabilmente si annoiava!

 “Meno male che c’è la zia Sabi!” dice Ilaria a cui piace intervenire nel racconto.. “meno male!” si unisce Matteo che non vuole rimanere indietro…

 E’ vero: una  sera la zia arrivò a casa con sacchettino e dentro c’era un pesciolino nero (Una pesciolina, abbiamo deciso, perché era molto graziosa) con uno strano musino schiacciato, due occhioni  grandi e la coda e le pinne lunghe e morbide che agitava come se fossero ali, con un fare molto aggraziato.

  Avevamo un po’ di timore che Tini non l’accettasse perché  ormai era solo da tanto tempo, ma la pesciolina cominciò subito a nuotargli davanti muovendo la coda come se volesse dirgli “diventiamo amici?”  e – incredibile! – Tini non solo la accolse con entusiasmo, ma diventarono inseparabili…..

 Sembrava quasi che Farfallina (aveva preso il nome dell’altro pesciolino – e per lei era  perfetto) baciasse il suo amico. Anche a dormire si mettevano vicini vicini: facevano tenerezza! Alla fine della vacanza sono tornati con voi a Livorno e  la loro amicizia è ancora forte.

 Quando Tini è andato via mi è sembrato di sentirlo ringraziare per la bella vacanza che aveva passato e per il dono che gli avevamo fatto!”

Ora avete due amici di cui prendervi cura e a cui volere bene” “E’ vero, ma noi gli vogliamo tanto bene e anche loro ne vogliono a noi: siamo grandi amici!”.

Anche questo pomeriggio è passato: quanto poco basta per far contenti i bambini!…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...