Un foglio per tre

UN FOGLIO PER TRE!

 Rosa appassitaRosa rossaRosa appassita

 

“Eccoci, nonna!” La nonna proprio non li aspettava oggi i due marmocchi, ma c’era stato un intoppo…. “se tu potessi, mamma” ed eccoli. La  nonna era contenta: non era mai troppo il tempo che passava coi piccoli, ma nei giorni scorsi non aveva potuto fare le solite scorte per cui c’era bisogno di inventare un pomeriggio diverso! 

Ma i bambini sono terribilmente metodici: le favole devono essere raccontate in “quel modo lì”, specialmente nei momenti più critici, altrimenti mentre il principe bacia la principessa con tanto trasporto ti sentivi dire da una vocina stizzita “ma non dice così, nonna, ti sbagli!” e addio atmosfera……..e anche i pomeriggi devono seguire il “rituale”.

 Si comincia dalla cioccolata calda e dai biscottini (per fortuna il cacao e il latte ci sono e anche la farina – faremo le ciambelline al marsala) e così si può partire….al resto penseremo dopo! Bene, infagottati nei grembiuloni i bambini partono all’attacco e tra  risate, sbuffi di farina (“guarda nonna come sono bravo”) i biscottini sono in forno. Questo  è un momento magico….. due faccette assorte aspettano davanti al vetro per vedere gonfiare e colorirsi i biscottini…….

Finalmente, davanti alle tazze fumanti, ci godiamo i nostri biscottini mentre i bambini raccontano della scuola e dell’asilo – ovviamente dandosi sulla voce “prima io…. No, tocca a me!”.

“Vediamo le foto, nonna?”. E’ sempre un momento bello rivedere insieme le foto: i bambini hanno sempre qualche curiosità in più e la nonna tira fuori dalla sua memoria tutto quello che può saziarla…. E il tempo passa senza che ci se ne renda conto… Ma le foto finiscono, più o meno dovrebbe essere l’ora, ma non si vede nessuno. Ed ecco la fatidica frase, quella che la nonna non avrebbe voluto sentire: “disegnamo?”. Alla nonna piace disegnare ma oggi c’è un problema: C’è rimasto un foglio solo e loro sono tre…. Un lampo di genio! “Oggi vi insegno un gioco nuovo, molto antico: ci vuole un pennarello per uno e un foglio di carta. Le  regole sono queste: chi comincia traccia un segno dove vuole e nella direzione che gli piace di più. Uno alla volta si prolunga quel segno andando dove si vuole….. più c’è fantasia e meglio riesce il gioco”……”Tieni nonna, tu prendi il celeste, io il rosso e Matteo il verde” ….. Si parte: fra le risate comincia la guerra….”Io vado in su”… “io vado di là”…”io ti taglio la strada”……

Il campanello! Babbo e mamma…. siete già qui? 

Una risposta

  1. Cara Fausta, è fantastico il tuo modo d’inventare, creare pomeriggi divertenti ,con quello che si ha.Ne risulta una grande capacita’ di adattarsi alle situazioni e allo stesso tempo l’audacia di condurre, trasportando la fantasia dei piccoli a realizzare con amorosa creativita’giochi e passatempo, come solo cuore di nonna sa fare al meglio.

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...