da “Libertà dello Spirito”

Un quadro un po’ speciale

 

 

Sulla parete accanto al mio letto c’è un quadretto con un brano tratto da un libro di Giovanni Vannucci intitolato “Libertà dello Spirito”.

Ha i bordi un po’ ingialliti perché ormai è lì da tanti anni…

E’ il sentiero che cerco di percorrere nella mia vita.

Eccolo:

 

“Non ammettere mai di essere migliore di alcuno: Non credere di appartenere ad un popolo, ad una famiglia, ad una società superiori ad altri. Non crederti infallibile, né giusto, né buono, né santo: sono note divine e non umane queste! Non giudicare nessuno, e cerca di vedere negli altri soltanto il bene; se il tuo occhio è luminoso ovunque si poserà non vedrà che luce. Liberati dalle opinioni fatte, da giudizi di moda, dalle frasi coniate dal tuo ambiente. Ricerca con semplicità i moventi delle tue azioni, anche quelle che stimi buone, e imparerai che Dio solo è buono. Chiediti spesso con trepidazione se non hai creato un personaggio di te stesso, e se nella vita non giochi a fare l’onesto, il religioso, il buono, il cristiano, il buddista….. Non avere indulgenza o pietà con te stesso, e liberati dalle amarezze, dal crederti incompreso o vittima, sii sempre il sovrano di ogni tua sofferenza fisica e morale. Guardati dai pensieri inutili, dalle parole che non costruiscono, dalle azioni di vanagloria. Cerca, con lavoro paziente, di avvertire la diversità esistente tra la tua umile realtà e il personaggio che hai costruito con te stesso, imparerai qual sorta di beni devi alienare per possedere il campo e raggiungere il tesoro, ed allora sgorgherà come sorgente di vita che ascende dal tuo cuore la preghiera del pubblicano: Signore, abbi pietà di me peccatore!

E allora: “Il Signore sarà la tua guida, e anche nel deserto sazierà l’anima tua e darà vigore alle tue ossa, e tu diventerai come un’oasi dove abbonda l’acqua, come una sorgente che mai secca, e potrai ricostruire le rovine antiche, risollevare i fondamenti delle passate generazioni” (Isaia 58, 11 – 12)

Una risposta

  1. Caspita Fausta! Il Vannucci  è forte!!!Ti sei scelta un bel sentiero da percorrere, il mio è molto simile al tuo……..spero di non smarrirlo mai, nelle notti senza stelle che possono calare sulla vita di ognuno.

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...