nebulose

POESIA TRA LE STELLE

 

 

 

 

Australia

 

 

Al cospetto di tanta bellezza è inevitabile il confronto tra l’immensità dell’Universo e la condizione umana.

 

 

 

– Il Vangelo secondo Einstein –

 

Io singolo

in infinito universo

circondato da oceani

e da cieli aperti

su immense montagne.

 

Più in là le stelle

in sconfinati spazi,

sfondo di pianeti lontani.

 

Sospiri del cosmo,

idrogeni rotanti

turbinano su galassie

ai confini del mondo

allargandosi

in grande respiro.

 

Sparsi ovunque

oscuri baratri,

come gorghi vorticanti

in grande lago,

consumano i fluidi

senza fine,

sprofondando ogni cosa

nel grande mistero;

 mentre corpi ribelli

riaccendono,

a dispetto del caso,

il fuoco della vita.

 

Verso l’esterno

senza requie

sulle curve del tempo.

e sull’ultime strade,

periferia del tutto,

antiche polveri

testimoniano

delle nostre origini.

 

Dio è finito colà

frantumato in mille pezzi

entro freddi assoluti

senza caldi soli

o raggianti lune.

 

E io qui fragile minuto

infinitesimo

tendente a zero.

 

(Sergio Bedeschi)

 

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...