Un ricordo

 

Un ricordo

 

 

Bettinelli

 

 

Giorgio Bettinelli fece parlare di sé più o meno dieci anni fa, per aver compiuto una di quelle imprese che si ricordano: Roma Saigon, tutta d’un fiato, a cavallo di una Vespa 125.
Ventiquattromila chilometri o giù di lì tutti su due ruote, armato di un pacchetto di sigarette e una chitarra a tracolla.

Dopo quattro lunghi viaggi in Vespa attraverso 134 paesi, dopo più di 250.000 chilometri in sella alle sue due ruote, decise di stabilizzarsi in Cina dove si è sposato e viveva da quattro anni sulle rive del Mekong con sua moglie Yapei.

 

Giorgio è morto a Jinghong il 16 settembre 2008, all’età di 53 anni per un malore improvviso.

 

Prendo il ricordo dal sito del suo fans club:

 

 "Rimango altre quattro ore in sella, e guido finché il sole è già quasi al tramonto, secondo una sana abitudine che da tempo ero costretto a perdere, prima di fermarmi in un villaggio qualsiasi per passare la notte. E’ una delle sensazioni che ho sempre amato di più, e che così spesso mi ha dato l’illusione di essere libero e padrone della mia vita: quel grappolo di minuti dalla consistenza indefinibile, quando non è ancora buio e non è più giorno, e tu entri in un posto che non hai mai sentito nominare, con la consapevolezza che domani sarai già lontano, e che per altri mesi, per altri anni, per altri grappoli di minuti della stessa intensità continuerai ad allontanarti, assecondando il dipanarsi di una matassa il cui filo ti si srotola tra le mani senza farsi accorgere, e finisce dall’altra parte del mondo".

 

(da "Brum Brum – 254.000 chilometri in vespa" di Giorgio Bettinelli)

 

Buon viaggio Giorgio

 

Grazie per la poesia delle tue scelte; grazie per la purezza di chi abbandona gli standard e l’intelligenza di chi si lascia muovere solo dal sentimento.

 

 

  1. Grazie per la poesia delle tue scelte; grazie per la purezza di chi abbandona gli standard e l’intelligenza di chi si lascia muovere solo dal sentimento….te le ho rubate scusami ma dicono una tale verità che non avrei saputo dire di meglio.
    Serena Notte  Massimo.

    Mi piace

  2. Ho ascoltato la notizia in Tv, ma non conoscendolo non ho dato troppo peso alla cosa. Mi ha fatto piacere leggere da te questo post. Ora vado a leggere sul web di lui….che vita avventurosa… ci sono in giro persone veramente speciali. Peccato per me, averlo "conosciuto" troppo tardi…

    Mi piace

  3. Pensa che coincidenza: l’altro giorno in libreria stavo per comprare il libro che hai citato… ma non sapevo chi fosse Bettinelli.
    Che personaggio affascinante!!! La prossima volta che andrò in libreria comprerò il libro, per sapere chi era, che cosa ha fatto, dei suoi viaggi e delle sue esperienze… che devono essere davvero state tante.
    Un abbraccio
    Francesca

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...