per Fabio

 

Una favola per Fabio

 

Dov’è finito l’arcobaleno?

 

Dietro le finestre chiuse i bambini dello stabile di via Corazzi stanno guardando il temporale che imperversa sulla città. Tuoni, fulmini, un vento fortissimo e pioggia, tanta pioggia violenta e forte che sta spazzando via ogni cosa dal loro giardino: gli alberi stanno perdendo tutte le foglie, il prato è diventato un lago di fango, ma – peggio di tutto – lo scivolo si è rovesciato e l’altalena si è staccata e si è rotta e sul campo di pattinaggio sono caduti dei rami spezzati… una vera tragedia!!!

E non sembra neppure che voglia finire! Il cielo è ancora carico di nuvoloni neri, gonfi e bassi che sembra quasi di poterli toccare…

Con i nasini attaccati ai vetri i bambini guardano questa burrasca che sta distruggendo il loro campo di giochi…. Quanto ci vorrà perché tutto torni a posto e si possa scendere di nuovo a riempire quel bel parco di risate e grida, di corse e salti!

La voce dei tuoni si sta facendo sempre più lontana, sta diventando solo un brontolio…

La pioggia è diminuita, ora è una pioggerellina fine fine, come se qualcuno stesse chiudendo il rubinetto su nel cielo…

E finalmente un raggio di sole tra le nuvole…

Ed ecco, davanti a quei visetti che ricominciano a sorridere, apparire un enorme arcobaleno: la tempesta è finita…

Ma… cosa sta succedendo? Quell’enorme arcobaleno non rimane nel cielo… sta scendendo giù, sempre più giù…

Gli occhi dei bambini sono sempre più grandi e le bocche si stanno spalancando per la sorpresa…

Eccolo lì… proprio nel loro giardino!

In ogni casa si alza una domanda: posso scendere?

La cosa è tanto strana che le mamme non pensano più alle scarpe che si sporcheranno, ai vestiti che si schizzeranno di fango, ai raffreddori ….

Uno sfarfallìo di bimbi è sceso a guardare quella meraviglia…

Si avvicinano piano… l’arcobaleno è lì.. lo possono toccare con le loro manine

“Forza!” – sembra dire – “venite a giocare… salite su questo bel ponte”..

Dopo un istante ( ma proprio uno solo!!!) di titubanza i bambini salgono, uno dopo l’altro…

Che bello!! Poi, quando sono in cima c’è da fare uno stupendo scivolo per tornare a terra… I bimbi corrono per poter godere di quel divertimento il più possibile….

Si fermano un attimo per riprendere fiato e in quel momento l’arcobaleno si gira: ecco, è diventato una enorme altalena colorata! Possono dondolarsi tutti insieme … che allegria nel giardino!!!!

Chi si lascia cullare, chi corre sotto, passando attraverso i colori….

Nessuno dei bambini, occupati come sono, si è accorto che i nuvoloni sono spariti….

L’ultimo nuvolone se ne va e torna a splendere un bel sole, ma…..

Dove è finito l’arcobaleno?

I nuvoloni l’hanno portato via con sé, andrà a dare gioia a grandi e piccini di qualche altro luogo….

C’è un po’ di delusione tra i bambini, si stavano divertendo così tanto!!

Per rasserenarli alcuni genitori fanno loro una promessa: domani stesso rimetteranno a posto tutti i loro giochi e il giardino tornerà anche più bello di prima….

 

 

arcobaleno intero

  1. Eccola qua la dolce Fausta che con l estro e l amore tipico delle nonne inventa una fiaba bellissima!!!!Brava!!!Ti fa venire voglia di tornare bambine…pe farsi addormentare dalla voce dolce di nonne speciali come te!!!!Un abbraccio

    Mi piace

  2. Come e’ bello l’arcobaleno.
    Cuando era niña me gustaba tambien saver donde terminaba
    ahora cuando sale, tras la lluvia le muestro a mis hijos y tratan siempre
    de ver cuantos son sus colores.
    bacio enorme amica Fausta .
    Monica.

    Mi piace

  3. che bella favola Fausta, l’hai mandata per il libro per Fabio? spero di si, lo sai che nei giorni scorsi, qui a Reggio, ho visto un arcobaleno come quello della foto, intero, andava da una parte all’altra, uno spettacolo stupendo, mai visto prima nella mia vita ed ho rimpianto amaramente di non avere la macchinetta fotografica con me, che bello che eraaaa! meraviglioso ti assicuro
    un salutop e un bacio cara

    Mi piace

  4. "I met a youg girl..She gave me a raimbow…and it’s a hard, and its a hard, and it’sa hard rain’s gonna fall"-ho incontrato una ragazza che mi ha dato un arcobaleno….perchè una dura..dura pioggia sta per cadere!-. Questa frase è presa da una canzone di Bob Dylan…Una dura pioggia sta per cadere..Ma una ragazza mi diede un arcobaleno, perchè potessi salvarmi dal diluvio radioattivo. Ecco il senso, il diluvio, la distruzione e…l’arcobaleno, simbolo anche dell’alleanza tra noi e Dio, tra noi e le anime. "Una ragazza mi diede un acobaleno". Per me questa ragazza è Margherita..per te un altro bellissimo angelo….non importa chi sia. L’arcobaleno e l’amore di chi ce lo da’ questo conta. Un commento sentito per un testo bellissimo.-scusa, chiè..fabio? Ciao.
    Marghian
     

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...