Datti da fare!!!

 

Ho ricevuto questa mail da un’amica che è impegnata in prima persona in questa Azione…..

Alzati e datti da fare!!!!!

 

 


 
Cara sostenitrice, caro sostenitore,
si dice che quest’anno sarà un Natale sottotono, un Natale di crisi, per via della crisi finanziaria di cui si sente parlare ormai da diversi mesi, che ci riguarda tutti. Di certo, chi ne pagherà i costi più alti saranno i poveri e gli emarginati del pianeta. Di loro quasi nessuno parla e per loro non sono in programma grandi manovre economiche. Per loro occorre mobilitarsi con un sostegno speciale o almeno non far venire meno l’impegno per
ridurre le disuguaglianze.
Invece, il Governo italiano ha scelto di rimangiarsi la parola! La Finanziaria, che proprio in questi giorni sta facendo gli ultimi passi verso la definitiva approvazione in Parlamento, ha stabilito che nel 2009 le risorse per la cooperazione internazionale si riducano di più di 400 milioni di euro. Così facendo, l’Italia si collocherà all’ultimo posto in Europa nel-
la classifica dell’aiuto pubblico che sostiene le attività di sviluppo nei Paesi più poveri e non manterrà gli impegni presi a livello internazionale.
E’ vero, c’è la crisi. Ma paesi come Francia, Spagna e Germania non hanno ridotto le risorse destinate alla solidarietà internazionale. L’Italia sì. E dire che per mantenere gli impegni presi dal nostro Paese verso la comunità internazionale basterebbe meno di mezza tazzina di caffè al giorno per ogni italiano. Un costo minimo rispetto a quanto già stanziato per fermare la crisi.
Ti scriviamo pensando che quanto sta accadendo sia ancora più grave perché – come forse sai – il nostro paese ospiterà il G8 nel prossimo luglio e non ci sembra che queste scelte siano un buon biglietto da visita per sedersi ad un tavolo in cui si discute anche di lotta alla povertà nel mondo. Difficile parlare di sviluppo sostenibile senza stanziare le risorse necessarie per sostenerlo!
 
Di fronte a queste brutte notizie non siamo rimasti con le mani in mano, anzi: abbiamo scritto diverse lettere di protesta al Ministro Tremonti, abbiamo pubblicato una lettera aperta al Presidente del Consiglio Berlusconi su un quotidiano nazionale, ci hanno sostenuto colleghi di vari paesi e alcune personalità importanti a livello internazionale impegnate con noi per un mondo più giusto. Anche alcuni parlamentari si sono attivati contro questa manovra. Ma tutto questo non è servito: non abbiamo nemmeno ricevuto
una risposta ai nostri appelli, né una spiegazione di queste scelte.
Saremo quindi un po’ più delusi questo Natale, ma tutt’altro che rassegnati. Abbiamo davanti a noi almeno sei mesi prima che i capi di stato e di governo del G8 vengano in Italia e vogliamo usare questo periodo di tempo per fare sentire ancora e molto più forte la nostra voce, una voce che chiede più uguaglianza, più diritti, uno sviluppo più equo per quei miliardi di persone che vedono ancora negati i loro diritti all’alimentazione, all’istruzione, alle cure sanitarie.
E’ importante sapere che siamo in tanti a pensarla così e che siamo in tantissimi a interessarci a quello che accadrà nei prossimi mesi. Ecco perché sei così prezioso: informa i tuoi amici, fai girare questa lettera e visita il sito http://www.gcap.it, dove potrai registrarti e ricevere gli aggiornamenti sulle nostre campagne per il G8. La GCAP, come scoprirai, è una piattaforma di centinaia di organizzazioni che nel mondo lottano per sradicare povertà e ingiustizia. Anche noi ne facciamo parte e insieme lavoreremo perché
l’Italia non dimentichi gli esclusi, che persone come te invece sostengono
con costanza e responsabilità. Ringraziandoti ancora una volta per il tuo impegno,
ti salutiamo con cordialità
.

Sono qui

 

SONO QUI

 

 

Devo confessare che ho avuto veramente voglia di andarmene, dopo quel gran pasticcio che hanno fatto i pazzi signori di Windows Live

Ma nessuno mi manda via se non sono io a decidere di andarmene.

Questa è la mia casa, qui ci sono tutte le cose che – proprio perché mi erano particolarmente care – ho voluto dividere con gli amici, perché sono scritte col cuore……

Allora resto….anche se ho affittato una stanza in un altro spazio… non si sa mai!!!!

 

 

 

 

NOTIFICA

E’ arrivata questa "notifica" …..
 
 
 
 

Microsoft ha finalizzato la nuova versione migliorata di Windows Live™ Spaces in modo da rendere ancora più completa l’esperienza degli utenti di Windows Live™. Di seguito vengono riportate solo alcune delle modifiche apportate:

  • Le foto sono state spostate da Windows Live Spaces a Windows Live Foto per un’esperienza più completa e semplice da gestire
  • Windows Live Spaces ha ora un aspetto più semplice e chiaro, con caratteri nuovi e più grandi e senza annunci, ad eccezione della hompe page.
  • Il profilo di Spaces ora fa parte del profilo di Windows Live per un riferimento ancora più semplice
  • Gli aggiornamenti personali sono ora incentrati sui commenti e sui blog di Spaces, mentre per tutti gli aggiornamenti più completi è possibile visitare la Pagina iniziale di Windows Live.

Microsoft rispetta la tua privacy. Per ulteriori informazioni, leggi l’Informativa sulla privacy online.

Microsoft Corporation
One Microsoft Way
Redmond, WA 98052

 
 
NO COMMENT!!!!!!!
 

il blog

 

12 dicembre 1901 

 

Da Poldhu giunge attraverso l’Atlantico, a 3400 km di distanza, a St.John – Newfoundland, la famosa “S” del codice Morse.

Guglielmo Marconi aveva dato il via all’era delle trasmissioni radio.

Di scoperta in scoperta le cose si sono sviluppate sino alla nascita del computer…..

 

Copio da Wikipedia:

 

“Un computer (termine mutuato dalla lingua inglese ma di origine latina), anche detto calcolatore, elaboratore, oppure ordinatore, è un dispositivo fisico.

Un computer nasce per eseguire programmi: un computer senza un programma da eseguire è inutile. Tutti i computer hanno quindi bisogno di programmi. Il programma di gran lunga più importante per un computer è il sistema operativo, che si occupa di gestire la macchina, le sue risorse e i programmi che vi sono eseguiti, e fornisce all’utente un mezzo per inserire ed eseguire gli altri programmi, comunemente chiamati applicazioni o software, in contrapposizione all’hardware che è la parte fisica degli elaboratori”

 

Con lo sviluppo ed il perfezionamento dei computer, fino ai più moderni, inizia l’era del blog.

 

 

Copio da Wikipedia:

 

"In informatica, e più propriamente nel gergo di Internet, un blog è un diario in rete.

Il termine blog è la contrazione di web-log, ovvero "traccia su rete". Il fenomeno ha iniziato a prendere piede in Inghilterra nel 1987.

Nel 2001 è divenuto di moda anche in Italia, con la nascita dei primi servizi gratuiti dedicati alla gestione di blog.

Strutturazione e funzionamento

La struttura è costituita, solitamente, da un programma di pubblicazione guidata che consente di creare automaticamente una pagina web, anche senza conoscere necessariamente il linguaggio HTML; questa struttura può essere personalizzata con vesti grafiche dette template (ne esistono moltissimi).

Il blog permette a chiunque sia in possesso di una connessione internet di creare facilmente un sito in cui pubblicare storie, informazioni e opinioni in completa autonomia. Ogni articolo è generalmente legato ad un thread (il filo del discorso), in cui i lettori possono scrivere i loro commenti e lasciare messaggi all’autore.

Il blog è un luogo dove si può (virtualmente) stare insieme agli altri e dove in genere si può esprimere liberamente la propria opinione. È un sito (web), gestito in modo autonomo dove si tiene traccia (log) dei pensieri; quasi una sorta di diario personale. Ciascuno vi scrive, in tempo reale, le proprie idee e riflessioni. In questo luogo cibernetico si possono pubblicare notizie, informazioni e storie di ogni genere, aggiungendo, se si vuole, anche dei link a siti di proprio interesse: la sezione che contiene link ad altri blog è definita blogroll.

Tramite il blog si viene in contatto con persone lontane fisicamente ma spesso vicine alle proprie idee e ai propri punti di vista. Con esse si condividono i pensieri, le riflessioni su diverse situazioni poiché raramente si tratta di siti monotematici. Si può esprimere la propria creatività liberamente, interagendo in modo diretto con gli altri blogger.

Un blogger è colui che scrive e gestisce un blog, mentre l’insieme di tutti i blog viene detto blogsfera o blogosfera (in inglese, blogsphere). All’interno del blog ogni articolo viene numerato e può essere indicato univocamente attraverso un permalink, ovvero un link che punta direttamente a quell’articolo".

 

 

12 dicembre 2008 

In contrasto con quello che si dice sulla libera gestione del blog da parte del “blogger”, gli spazi creati creati su questo windows space sono stati proditoriamente stravolti senza avvisare, senza chiedere un parere, senza rispetto della privacy.

Alle ripetute richieste degli utenti non è stata mai data risposta.

Personalmente avevo scelto questo spazio perché, fra i tanti che avevo visitato, mi sembrava il migliore, quello che rispondeva di più al mio desiderio di dividere con pochi amici le mie idee, le cose che più amavo, gli avvenimenti grandi o piccoli che per me avevano valore e desideravo condividere con chi ha i miei stessi sentimenti.

Non c’è più niente di questo…. Lo space è diventato un social network.

Io vado avanti con lo sciopero.

Se non ci saranno cambiamenti, a malincuore chiuderò il mio blog.

 

 

 

°°°°°°°°°°°°

Diritti dell’uomo

DICHIARAZIONE UNIVERSALE DEI DIRITTI UMANI

 

 

Il 10 dicembre 1948 a Parigi, fu firmata la Dichiarazione Universale dei Diritti umani, promossa dalle Nazioni Unite, che avrebbe dovuto avere applicazione in tutti gli Stati membri.

La dichiarazione è composta da un preambolo e da 30 articoli che sanciscono i diritti individuali, civili, economici, sociali e culturali di ogni persona.

 

Purtroppo mi sembra che, a distanza di 60 anni, le norme elencate negli articoli  siano ancora troppo spesso disattese.

 

La Dichiarazione completa si trova facilmente su internet, e sarebbe molto importante conoscerla bene.

Io ho scelt0 alcuni articoli a caso (….?). Eccoli:

 

– Ogni individuo ha diritto, in ogni luogo, al riconoscimento della sua personalità giuridica.

 

– Nessun individuo potrà essere sottoposto ad interferenze arbitrarie nella sua vita privata, nella sua famiglia, nella sua casa, nella sua corrispondenza, né a lesioni del suo onore e della reputazione.

 

– Ogni individuo ha diritto alla libertà di opinione e di espressione incluso il diritto di non essere molestato per la propria opinione e quello di cercare, ricevere e diffondere informazioni e idee attraverso ogni mezzo e senza riguardo a frontiere

 

– Ogni individuo ha diritto alla protezione degli interessi morali e materiali derivanti da ogni produzione scientifica, letteraria e artistica di cui egli sia autore.

 

……….

 

 

Mi interessava postarlo ora perché fino a giovedì sarò in sciopero con i miei amici “di mouse”

 

ARRIVEDERCI…….!

 

 

Arrivederci!

 

Un saluto cari amici…. a presto!

 

 

Segui l’amore

 

Quando l’amore vi chiama,
seguitelo, anche se le sue vie
sono dure e scoscese.
E quando le sue ali vi abbracciano,
arrendetevi a lui.
Quando vi parla, credete in lui,
anche se la sua voce
può cancellare i vostri sogni,
come il vento scompiglia il giardino.
Come covoni di grano, vi raccoglie in sè.
Vi batte fino a farvi spogli.
Vi setaccia per liberarvi dalla pula.
Vi macina per farvi farina bianca.
Vi impasta finché non siete docili alle mani;
e vi consegna al fuoco sacro,
perché siete pane consacrato
alla mensa del Signore.
L’amore non dà altro che se stesso e
non prende niente se non da sé.
L’amore non possiede
né vuol essere posseduto,
perché l’amore basta all’amore.

 

 

Kahlil Gibran

 

 

 

clima

 

 

 RICEVO DA AAVAZ:

 

Cari amici,

Questa settimana il clima arriva al dunque. Germania, Italia e Polonia minacciano di deragliare le negoziazioni Onu sul clima sabotando la posizione dell’Unione Europea. Facciamo sapere loro che sul clima noi chiediamo azione e leadership!

Aggiungi Qui il Tuo Nome

Mentre l’attenzione del mondo è rivolta altrove, le negoziazioni globali per contrastare la crisi climatica stanno finalmente venendo al dunque. I leader mondiali si riuniscono in Polonia questa settimana per definire con grande sforzo un accordo che dovrebbe portarci ad un nuovo ed efficace trattato globale, ma due paesi Europei –Italia e Polonia– stanno sabotando aggressivamente le negoziazioni, mentre la Germania se ne sta li imbambolata.

Il nostro futuro ci richiede di influenzare urgentemente i loro Primi Ministri — Merkel, Berlusconi e Tusk — prima che i negoziatori si presentino, fra pochi giorni, davanti ai leader del mondo riuniti. Se questi leader non cambiano strada l’Europa non riuscirà ad avere una posizione concorde, il che potrebbe letteralmente sfaldare il processo di negoziazione mondiale.

Avaaz ha inviato urgentemente i membri del proprio team

in Polonia e Belgio, per contenere questa ondata. Abbiamo ottenuto incontri urgenti con negoziatori importanti verso la fine di questa settimana, ma abbiamo bisogno di mostrare numeri importanti per far sentire le nostre voci. Aggiungi il tuo nome alla petizione globale urgente qui sotto, e aiuta a far diventare la nostra richiesta una azione nel cuore delle negoziazioni.

…….

Per tutti coloro che sono preoccupati dei cambiamenti climatici, ora è il momento di mandare un messaggio che chieda leadership e visione. Da qui alla fine dell’anno si determinerà la politica dell’Europa, e con essa gran parte della risposta alla crisi del clima.

Con speranza,

 

Ben, Iain, Brett, Graziela, Luis, Paula, Pascal, Paul, Alice, Ricken, Milena — ed il resto della squadra di Avaaz

http://www.avaaz.org/it/europe_climate_crunch_time