nelle sabbie mobili

 

 

Nelle sabbie mobili – parte IV

 

Lo sentii guaire piano. Era come se mi chiamasse, cercando di non fare troppo chiasso. Ero sorpresa ed anche un po’ impaurita. Non lo riuscivo a vedere, sentivo quel guaito leggero che però non aveva niente che potesse far pensare che si fosse fatto male e questo mi rincuorava.

Guardavo intorno, cercavo di seguire le sue tracce, di percepire da dove venisse il suo richiamo….nulla! Le tracce mi riportavano sempre nello stesso posto. Il guaito ogni tanto smetteva e poi riprendeva piano, ma ascoltando con più attenzione mi accorsi che non era un richiamo ma come una specie di canzone, di ninna nanna….

Mi fermai per orizzontarmi meglio. Quella parte del bosco non la conoscevo affatto, mentre camminavo guardando per terra, per seguire le orme di blitz, non me ne ero accorta. Anche la vegetazione era diversa…. Gli alberi erano altissimi, ma non tanto fitti e si vedevano bene ampi squarci di cielo. Per terra vidi spuntare tra le foglie delle rosse fragoline…

Mi chinai a raccoglierne, in quel momento non avevo più la paura,

Ma mi riprese subito dopo…. Non sentivo più Blitz!

Dove era andato? Come avrei fatto a tornare a casa senza il suo fiuto di cacciatore? Gli occhi mi si riempirono di lacrime.

Un fruscio di foglie accanto a me mi fece sobbalzare….. era Blitz!

Mi chinai per accarezzarlo, ma mi resi conto che voleva dirmi qualcosa…. Andava da me ad un sentiero che non avevo notato.

Oramai niente più mi stupiva… quella mia passeggiata si era trasformata in una avventura…

Lo seguii….. (Continua)                                                                                                                                                                                                                         

  1. cara fausta si ho letto il tuo racconto e lo trovo interessante e piacevole se tu te la senti puoi continuarlo non è detto che la 5 parte la devo scrivere io domenica se riesco a ritagliarmi un pò di spazio cercherò di continuare se vuoi puoi continuarla tu non dobbiamo conoscere ciò che ha intenzione di scrivere l’altra tutto deve essere una sorpresa anche per chi scrive è un modo per cooscerci meglio una esperienza molto interessante io l’ho provata insieme ad ariel a monica e con altre persone il famoso romanzo su blog ideato d bruno berti un grande che,da qualche mese ,è introvabile questo che stiamo scrivendo deve esser meno impegnativo un gioco che può partecipare chiunque voglia scrivere ciao grazie per la tua collaborazione ti auguro buona domenica

    Mi piace

  2. Cara Gabriella, domani io sarò a Livorno dai nipotini periò èescluso che possa scrivere!!!! Ho partecipato alla scrittura di racconti a più mani, la cosa mi ha sempre divertito tanto e mi dispiace che non partecipino anche altre persone.Spero che ritroviate il blog di cui parli perchè sarebbe bello poter leggere il liro che avete scritto…. Andiamo avanti così, in modo estemporaneo…. poi si vedrà cosa è venuto!Buona domenica! 🙂

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...