Il topolino

 

Dalla bacheca di una amica ho “rubato” questa che sembra una favoletta….ma non lo è!

 

 

Spiando dal buco sulla parete, un topo vide l’agricoltore e sua moglie intenti ad aprire un pacco e pensò subito al cibo che avrebbe dovuto contenere.
Tuttavia, terrorizzato scoprì che si trattava di una trappola per topi.
Corse fino al cortile della fattoria per avvertire tutti:
La gallina disse:
– Mi scusi Sig. Topo, capisco che questo sia un grande problema per lei,
ma non mi tocca in nulla per cui il fatto non mi disturba.
Il topo andò dal maiale e disse:
– C’è una trappola in casa, una traappoolaaa!!!!
– Mi scusi Sig. Topo, disse il maiale, ma non c’è nulla che io possa fare se non pregare.
Stia tranquillo che lei sarà ricordato nelle mie preghiere.
Il topo si rivolse allora alla mucca .
– C’è una trappola in casa, una traappoolaaa!!!!
La mucca rispose:
– Cosa Sig. Topo? Una trappola? Sono in pericolo per caso? Credo di no!
Allora il topo fece ritorno a casa, testa in giù, abbattuto, per affrontare la trappola dell’agricoltore.
In quella notte si udì un rumore, come quello di una trappola che scatta sulla sua vittima.
La moglie dell’agricoltore era corsa per vedere cosa aveva preso.
Al buio, non vide che nella trappola c’era impigliata la coda di un serpente velenoso. E il serpente punse la donna…
Alla donna venne subito la febbre.
In campagna tutti sanno che per alimentare qualcuno con la febbre non c’è nulla di meglio che un buon brodo di gallina.
L’agricoltore prese il coltellaccio da cucina e si occupò di procurare l’ingrediente principale.
Siccome la donna non si riprendeva, gli amici e i vicini vennero a farle visita.
Per dar loro da mangiare il contadino uccise il maiale.
Tuttavia la moglie non si riprese e finì per morire.
Molta gente venne per il funerale.
Il contadino allora dovette sacrificare la mucca per poter dar da mangiare a tutta quella gente.
La prossima volta che sentirai di qualcuno che si trova dinanzi a un problema e penserai che il problema non ti riguarda, ricordati che, quando c’è una trappola in casa, tutta la fattoria è in pericolo.
Quando viviamo in comunità, il problema di uno è il problema di tutti

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...