PRECOCE INVERNO

Fra il tonfo dei marroni
e il gemito del torrente
che uniscono i loro suoni
èsita il cuore.


Precoce inverno che borea
abbrividisce. M’affaccio
sul ciglio che scioglie l’albore
del giorno nel ghiaccio.
Marmi, rameggi
E ad uno scrollo giù
foglie a èlice, a freccia,
nel fossato.
Passa l’ultima greggia,
nella nebbia
del suo fiato.

(Eugenio Montale)

  1. Mi piace tanto Montale e ho riletto con vero piacere questa poesia così visiva che leggendola si forma l’esatta immagine descritta
    Quel “ciglio che scioglie l’albore del giorno nel ghiaccio”…è un’immagine grandiosa.
    Ciao e grazie della tua attenzione

    Mi piace

  2. bella bellissima, adoro Montale.
    C’è un sole e un’aria frizzantina e ti porterei a spasso con me, ci sono i fiorellini, in campagna, a forza di scirocco.
    Bacetti, tanti e buona domenica a tutte/i

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...