Carnevale a Novoli

“Sabato grasso”….e ancora una volta il mio quartiere – Novoli – è in festa..

Una giornata per uscire dalle case e ritrovarsi tutti insieme, nonni, figli e nipoti, tanti banchetti colorati, i carri – semplici, non si vuol fare concorrenza a Viareggio ma solo far divertire i bambini 

 

e per tutti i bambini sui carri il divertimento è assicurato.

Peccato che il sole del mattino abbia presto lasciato il posto a nuvoloni e vento forte e gelato che alzava i coriandoli da terra e faceva volare i “fili pazzi” e purtroppo disordinava le merci esposte sui banchi…

C’erano i “gonfiabili”, gioia dei bambini, i palloncini colorati che, sbatacchiati dal vento, sembravano chinarsi verso i bambini per farsi prendere

C’era anche il “trucca bimbi”….anche se ho visto tanti adulti farsi fare baffoni da gatto o grandi occhi da clown.

 Per la gola c’erano gelati, crepes con la nutella, nocciole e noccioline dolci e salate e gli immancabili brigidini che annunciano la presenza del banco con il loro profumo

Poi i banchi di “antiquariato”: dai libri nuovissimi a libri datati, compresi libri scolastici di scuole che non esistono più, banchi di ricami dove a un euro potevi trovare qualche centrino prezioso, ricamato a mano insieme a lavori più semplici ricamati a punto erba (che ricordi di pomeriggi passati a preparare portatovaglioli da regalare a Natale), ceramiche più rozze ed altre più delicate…magari una tazzina di finissimo baccarat insieme ad una scatolina di “ pura plastica”dipinta….

Io ho fatto come i bambini….sono arrivata presto (la sfilata dei carri era alle 14): c’era un’atmosfera semplice,  da sagra paesana, dove tutti conoscono tutti, dove ti puoi fermare a chiacchierare con la giovane ragazza dalle mani d’oro che espone i suoi deliziosi lavori, o con gli amici che incontri qua e là…

Verso le 17 sono tornata a casa……era arrivata tanta gente e cominciava la festa per i “grandi”, che si sarebbe protratta fino alle 23….

Che bello poter uscire di casa tranquillamente e oltre a tutto conoscersi meglio nel quartiere è un’ottima cura per la solitudine di tanti…..fa sentire più vicini…

  1. Hanno organizzato davvero tante cose.
    Quì da me ieri c’era festa, ma purtroppo a parte un palchetto e qualche banco di formaggi e salami, non c’era niente altro.
    I bimbi erano vestiti con le mascherelle, ma non avevano nulla nè da guardare nè da giocare. Ma sono certa che i loro genitori li avranno accompagnati in qualche altro paese.
    Da te c’erano anche i carri, ed i gomfiabili…sì si saranno sicuramente divertiti.
    Cerco di partecipare sempre alle feste della mia cittadina. Anche ieri ho invitato degli amici ed ho comprato un pò di grana e dei salamini…
    Mi facevano tristezza quei venditori soli soletti e nessuno che si avvicinava…

    Mi piace

  2. Ciao,

    non lo sapevo che anche a Novoli facessero il Carnevale e addirittura con i carri…

    Complimenti bel post: hai colto tutta l’essenza della festa! C’è proprio tutto il carnevale della mia infanzia: i carri, i palloncini e i brigidini…

    Soprattutto i brigidini sono per noi l’essenza della festa: Carnevale, Fiere, Mercati, Luna Park etc… sono poca cosa senza i brigidini, tanto che il banco del brigidinaio, il primo e due novembre sosta perfino davanti ai cimiteri!!!

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...