Buon Ferragosto!

La parola Ferragosto deriva dal latino, Feriae Augusti, una festa pagana, introdotta in onore dell’imperatore romano Augusto. Nello stesso periodo si tenevano i Consualia per celebrare i raccolti e la fine dei principali lavori agricoli.

Collegare le due feste permise di dare un adeguato riposo ai contadini che avevano lavorato duramente nelle settimane precedenti.

Le Feriae Augusti si svolgevano tra riti collettivi e banchetti, bevute ed eccessi sessuali, a cui tutti potevano partecipare, comprese schiavi e serve.

 Nel corso dei festeggiamenti, in tutto l’impero si organizzavano anche corse di cavalli e gli animali da tiro, asini e muli, venivano dispensati dal lavoro e agghindati con fiori. Il carretto siciliano mantiene questa caratteristica.

 

Queste festività che raggiungevano il loro picco il 15 del mese, erano così radicate che la Chiesa decise di cristianizzarle, piuttosto che provare a sradicarle.
Così, nel VI° secolo, le Feriae Augusti vennero assorbite e trasformate nella celebrazione dell’Assunzione in cielo di Maria Vergine che, terminata la sua vita terrena, fu elevata alla gloria celeste con l’anima e con il corpo.

Nello stesso periodo hanno origine le processioni con i carri di doni, i covoni, le conche offerti ai santuari fuori dell’abitato e i riti notturni, i fuochi, i canti, i balli.

Ancora adesso, in varie località italiane, si svolgono solenni e imponenti processioni.

Il 15 agosto prende così un doppio significato- da un parte la sacralità delle celebrazioni per la Madonna Assunta in cielo, dall’altra la popolarità di una festa all’insegna della scampagnata – e, nel calendario, è sia festa religiosa che festa civile.

Pur se svolta in tono solenne però, la festa non perde il suo carattere fortemente popolare tanto che conserva l’uso delle scampagnate e delle gite fuori porta (…e delle code in Autostrada) favorite, possibilmente, dalle condizioni ottimali del tempo estivo….ma anche nel caso in cui il tempo non prometta niente di buono, ci sono i coraggiosi che non abbandonano la tradizione del “picnic”!!!

Purtroppo spesso viaggi e divertimenti trasformano quest’antica ricorrenza non più nella gioia di un giorno di riposo ma in una corsa all’evasione a tutti i costi!

 

  1. Proprio oggi, andando al mare, mio fratello ha detto “ferragosto deriva dal latino “ferias augustus”.

    “Si, gli ho detto io, solo che lo dici male, devi dire “feriae augusti”, non “feiras augustus”.
    Non e’ una critica, mio fratello ha fatto la quinta elementare, e non s’intende di declinazioni latine, dunque, da dove origina *ferragosto… 🙂 lo sa!!!!

    Ti racconto questa, e’ troppo forte:

    “Ma perche’ dicono habemus…. papammm…”habemus papa”, va bene….non capisco tutta questa prospopea, havemus… papammm….mah! ”

    No, in latino si dice cosi’, con la M Nel latino non ci sono gli articoli e si declina il nome, “del papa” e’ “papae” per esempio…”abbiamo il papa” e’ proprio..”habemus papam”..non e’ prosopopea”, gli spiegai una volta.
    🙂 Latino a parte, e’ colto e versato in molti campi. Grande Ignazio!!!

    CIAO FAUSTA!!!!!!

    Buon ferragosto anche per te, Fausta!!!! Per parlare di stelle ..ti aspettavo, Fausta!
    Ora non aggiungo altro sul tema, mi limito solamente a salutarti. “Sempre da imparare”, una verita’ *socratica, visto che Socrate diceva “piu’ conosco, piu’ so…piu’ mi accorgo di non sapere”. Questa “consapevolezza del non sapere” oltre ad essere saggezza, anzi il priincipio della saggezza, e’ stimolo ad imparare di piu’.
    La saggezza alberga anche in chi non ha “studiato”, come i vecchi sardi che dissero “su ecciu non sentìa’ ca morrìada, scetti ca imparu olìada” (il vecchio non soffriva tanto per il fatto di dover morire, *quanto di aver ancora da imparare- letteralmente *solo che insegnamento voleva”, “scetti *ca *imparu *oliada”). Ciao, Fausta

    Marghian

    Mi piace

  2. Fausta bella la tua lettura su questa festività, relegata ormai ai divertimenti più sciocchi, domani sarà anche una festa religiosa, come tu hai ricordato molto bene, sei sempre attenta e precisa. Ti auguro un buon ferragosto a te e famiglia, un saluto carissimo. Lucia

    Mi piace

  3. Bello questo post…
    Mi sa che domani me ne rimango a casa, bella fresca nel mio giardino. Magari una passeggiata, ma niente di più. Immagino cosa ci sarà sulle strade. Noi qui abbiamo montagna, lago e collina tutto insieme. Pensa un po’…da non provarci a muoversi! :))
    Ciao

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...