Un ricordo

Il 1° novembre 2009 moriva Alda Merini, la più grande poetessa del 9oo.

Era nata il 21 di marzo, giorno dell’equinozio di primavera, stagione di espansione e creatività: “Sono nata il 21 a primavera e non sapevo che nascere folle, aprire le zolle, potesse seminare tempesta”…

Le sue ultime parole, a suggello di una vita e di una poesia ardente e vera, sono state “Vi ho amato tanto, vi ho amato tutti”

Di lei ci rimangono le sue poesie – patrimonio dell’UNESCO – i suoi ricordi, il suo bel volto segnato dalle grandi ombre e dalla splendente luce della sua vita!

Mi torna in mente un ultimo aforisma di Alda ” la più grande lezione di vita è sapere che anche i pazzi alle volte hanno ragione e anche la follia ha ragione di esistere”.

…. e la sua poesia

 “A tutti i giovani raccomando:

aprite i libri con religione,

non guardateli superficialmente,

perché in essi è racchiuso

il coraggio dei nostri padri.

E richiudeteli con dignità

quando dovete occuparvi di altre cose.

Ma soprattutto amate i poeti.

Essi hanno vangato per voi la terra

per tanti anni, non per costruivi tombe,

o simulacri, ma altari.

Pensate che potete camminare su di noi

come su dei grandi tappeti

e volare oltre questa triste realtà

quotidiana.”

(Alda Merini, da “La vita facile”)

  1. Io un paio di mesi fa conosceva poco al riguardo di Alda, grazie a Ivana (Vento) ho pian piano letto alcune sue poesie (pensieri) credo che lei era una Donna forte nonostante tutto quello che lei e capitata nella sua vita.. ci sono sempre persone che rimangono nel nostro cuore.. Bertolt Brecht diceva una volta: “L’uomo è solo veramente morto, se nessuno più pensa a lui.”… cara Fausta ti auguro una serena giornata ti abbraccio Pif

    Mi piace

  2. Scrivesti un giorno qualche anno fa sul forum di TT”la poesia salverà il mondo”,ho pensato tante volte a questa tua frase Fausta e sono sempre più convinta della veridicità delle tue parole.Ogni giorno che passa senza un po’ di poesia è un giorno morto.Alda Merini è un essenza sempreviva che vibra ancora a comporre emozioni e sensazioni come pochi poeti hanno saputo fare secondo me ,..una sensibilità inafferrabile per quanto intensa……..è iscritta nel libro degli immortali.Un bacio e grazie per averla ricordata

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...