2012 – ANNO BISESTILE

“L’anno bisestile è un anno solare in cui avviene la periodica intercalazione di un giorno aggiuntivo nell’anno stesso, un accorgimento utilizzato in quasi tutti i calendari solari (quali quelli giuliano e gregoriano) per evitare lo slittamento delle stagioni: ogni 4 anni accumulerebbero un giorno in più di ritardo. Per correggere questo slittamento, agli anni “normali” di 365 giorni si intercalano anni “bisestili” di 366: il giorno in più viene inserito nel mese di febbraio, che negli anni bisestili conta 29 giorni anziché28. Inquesto modo si può ottenere una durata media dell’anno pari a un numero non intero di giorni”.

(Da Wikipedia)

La storia risale al 43 AC, quando Giulio Cesare decise di riformare il calendario Numano.

Nacque così il Calendario Giuliano che si basava sulle fasi lunari ed era formato da 365 giorni più ¼ :

Questo quarto creava un problema per tutte le attività civili per cui vennero radunati i quarti riunendoli in un solo giorno ogni 4 anni.

Era il “Bis sextus dies ante calendas martias” (il sesto giorno prima delle calende di marzo…..quindi a Febbraio!)

In questo modo, però, il calendario non corrispondeva più  al calendario solare. Fu il papa Gregorio XIII che – riformandolo ancora una volta – tolse in un sol colpo 10 giorni passando dal 4 ottobre che era un giovedì al 15 ottobre che era un venerdì, senza perciò scombinare i giorni della settimana ma riportando l’equinozio di primavera al  21 marzo. Tutto era tornato in ordine ed ancora oggi noi seguiamo il Calendario Gregoriano.

L’anno bisestile però si porta dietro una brutta nomea “anno bisesto, anno funesto” o, come diceva Caterina, la “tata” di nonna “anno bisesto beato chi ci resto”…..

Non si sa di preciso il perché della nascita di questo detto. Sicuramente il mese di febbraio era il mese dedicato ai riti per i morti con i “Feralia”.

L’unica notizia precisa ci viene dal nonno di Girolamo Savonarola – Michele Savonarola – che in uno dei suoi pessimistici testi affermava che gli anni bisestili portavano con sé epidemie, calamità…..

Nonostante il progresso della civiltà queste paure, superstizioni,  sono ancora presenti: chi è che – sotto sotto – non spera che almeno questo 2012 sfati la leggenda!!!!

(Notizie spigolate qua e là sul web e su Wikipedia)

  1. Interessante Fausta!!! Mi hai permesso di fare un ripasso sui calendari giuliano e gregoriano. Non sapevo che prima di Cesare il calendario si chiamasse “numano” (suppongo da Numa Pompilio, secondo re di Roma).
    Curioso notare che “september” era il settimo mese ed oggi e’ il nono. Come sai anche l’astrologia parte da Marzo, e se conti da Marzo, ecco che tutto torna, dicembre e’ il decimo mese come ottobre l’ottavo.
    MA…SAI CHE L’ANNO NON BISESTILE E’ FATTO DI 366 GIORNI? (????!!!!).
    Si! E’ che questo giorno e’ “diluito” nell’anno e di fatto non esiste ai fini pratici..ma c’e!
    Imamgina se la Terra rivolgesse al Sole sempre la stessa faccia (tipo la Luna). In un anno…un giorno. E questo “giorno” esiste, aggiunto ai 365 e sei ore dell’anno e 366 dell’anno bisestile. Questo giorno…non si nota, ma ha le sue implicazioni…interessanti in astronomia. Le stelle sorgono 3 -o 4-miuti prima ogni sera….la somma di 3-o quattro non ricordo bene- minuti ogni giorno per 365 da…circa 24 ore . Lo spiego’ Zichichi a Mattino in Famiglia; “i tre-4- minuti prima dipende dal fatto che bisogna aggiungere un giorno che si compie…in un anno, pur se non ci accorgiamo e in astronomia questo giorno va considerato..*tre minuti prima (o dopo, ora ho le idee confuse anche perche’ sentii questa spiegazione quattro anni fa o forse piu’..guarda in web per una cosa piu’ precisa,Fausta).
    Ah dimenticavo:


    che fantastica storia e’ la vita!!! Ciao Fausta!
    Marghian

    Mi piace

  2. “Secondo alcune fonti, la fama dell’anno bisestile deriverebbe dal fatto che febbraio era per gli antichi romani il Mensis Feralis, il mese dei morti, quasi completamente dedicato a riti per i defunti e a cerimonie di purificazione poiché, secondo il calendario arcaico attribuito a Romolo, si trattava dell’ultimo mese prima del nuovo anno, che nasceva a marzo.
    A fine febbraio si tenevano le Feralia , celebrazioni solenni in onore dei defunti; poi c’erano le Terminalia, dedicate a Termine dio dei Confini, e infine le Equirie , gare di corsa nel Campo di Marte attraverso 12 porte (come il numero dei segni zodiacali) per 7 giri (come il numero degli antichi pianeti).
    Queste gare erano il simbolo della conclusione di un ciclo cosmico, quindi simbolo di morte e di fine; e per tutte le culture il passaggio dal Vecchio (conosciuto) al Nuovo (sconosciuto) è sempre cosa inquietante”.
    E comunque dipende sempre dal nostro punto di vista come immaginare il futuro. Il sole splende sempre, anche dietro le nuvole di passaggio!
    Buon Anno, come tu vuoi che sia!
    Love
    L

    Mi piace

  3. Interessante la spiegazione di Laurin 42 che saluto.

    Io credo che….anche Gesu’ ed i dodici apostoli (???!!!) rispecchiassero i…pianeti. Il popolo ebreo discende da quello Sumero (Abramo era Caldeo…come dire senese anziche’ fiorentino..siamo li’) ed i sumeri concepivano un calendario dove a girare erano 12 pianeti…intorno al Sole!. Il Sole al centro e..dodici pianeti attorno.
    “E’ Gesu’ il vero Sole” dicevano i primi seguaci di Cristo. Ecco, egli il Sole, gli apostoli..i pianeti. Ed i pesci, segno di riconoscimento per i primi cristiani, non significavano solamente I-esus K-ristos- I-jos D-ios S-oter (Gesu’ Cristo Figlio di Dio Salvatore”…attenzione, la mia traslitterazione dal greco puo’ essere errata, ma piu’ o meno… siamo li’, “iktziis”..*pesce) ma i pesci significavano anche che con Cristo iniziava… l’Era dei Pesci!!!! E la famosa Era dell’Acquario sarebbe imminente, una sessantina di anni ancora.

    Niente a che vedere con i calendari romani, lo so…ma e’ curioso, vero?
    Come e’ curioso che alla Messa di Natale del 2000 celebrata da Giov.P. Secondo, e sentita in tv, si sia detto, “secondo Matteo….Cristo nacque…nella Sesta Eta’ del Mondo….” tipo il “quinto sole dei Maya”. No, non che io ci creda, e’ solo per far risaltare che presso tutti gli antichi popoli esisteva il concetto di “era cosmologica”, “dei pesci”, “sesta eta’ del mondo” o “quinto sole” a seconda…del *credo e della *cultura di quel popolo. Ciao.

    Marghian

    Mi piace

  4. Si consideri che forse i pianeti dei Sumeri erano, secondo certi studiosi 11 rispetto al Sole-pianeta era per loro anche la Luna. Si parla di 12 pianeti perche’ anche il Sole era un pianeta per i Sumeri..come in astrologia. Allora? Allora se preferite..i 12 apostoli magari erano 12..”come i dodici segni”. Entrambe le ipotesi….sono valide. Ciao.
    Marghian

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...