Domenica delle Palme

L’olivo benedetto vuol trovar pulito e netto

 Quante volte, all’avvicinarsi della Pasqua ho sentito ripetere questo proverbio!

Quello delle pulizie pasquali era quasi un rito di rinnovamento: bisognava preparare la casa per consentire all’olivo – simbolo di benedizione e di pace – di trovare la casa già pulita e rinnovata.

Per questo si cominciava per tempo, ognuno con il suo compito, ed era impossibile non dare una mano… ricordo il mio primo compito a cui mi dedicavo con impegno come se fosse la cosa più importante! Dovevo lucidare le maniglie di porte e finestre. Avevo più o meno 6 anni ed avevo in dotazione dei panni di tela bianca, uno di lana ritagliato da abiti o golf non più usati ma conservati per queste occasioni e una lattina di “sidol” un liquido apposito che faceva annerire panni e mani ma, dopo il passaggio finale del panno di lana, lasciava le maniglie luccicanti come nuove.

Che orgoglio a lavoro finito!

In campagna poi questo lavoro veniva fatto proprio per permettere alla natura che rinasceva, con il giungere della primavera, di pulire e svecchiare campi e vigne.

Ed è proprio in questo periodo che si potano gli olivi.

 Così il legame con la Domenica delle palme diventa chiaro…

In questa domenica, che precede la Domenica di Pasqua, vengono benedetti i ramoscelli d’olivo o i rami di palma per ricordare l’ingresso di Gesù a Gerusalemme in sella ad un asino, osannato dalla folla che lo salutava agitando rami di palma e di olivo, alberi che abbondano in quelle regioni, la stessa folla che – istigata dai farisei – pochi giorni dopo gli preferì Barabba.

Alla fine della celebrazione i fedeli portano a casa un ramoscello di olivo benedetto, come simbolo di pace….

Ma forse sarebbe meglio come domanda sempre attuale: tu da che parte stai?

    • Vero!!!! E dopo l’arrivo del parroco sui nostri 3 letti – tre sorelle – si materializzavano. come per incanto, tre uova di Pasqua!!!
      Certo che mamma era velocissima….non abbiamo mai capito come facesse….

      Mi piace

  1. Beh, non si finisce mai d’imparare, io infatti non conoscevo questo proverbio. Anch’io avevo un compito analogo al tuo, solo che si trattava di lucidare col sidol l’argenteria (cornici, vassoi, oggettini); un altro compito consisteva nel passare il corrimano in ottone della scala.
    Buona Domenica delle Palme!
    Annita

    Mi piace

  2. “Ma forse sarebbe meglio come domanda sempre attuale: tu da che parte stai?”
    Sto dalla parte di chi ha capito che quel ramoscello di ulivo portato a casa non significherà nulla se nel cuore non ho intenzione di perdonare veramente….
    Sto dalla parte di chi porta Cristo nel cuore e si sforza di testimomiarlo soprattutto con gli atteggiamenti quotidiani. Spero tanto e chiedo sempre il SUO AIUTO per persevarare. Buona domenica delle Palme anche a te.

    Mi piace

  3. Interessante è stata la lettura di questo post, dove ho conosciuto un detto che aggiungerò a quelli che mi sono noti, e l’aggancio tra pulizie pasquali e il rinnovamento natura – casa.
    Sei una vera miniera di informazioni.
    Complimenti e un augurio che la settimana che si sta per aprire sia serna e felice.
    Un saluto

    Mi piace

  4. Quest’anno questa palma per me ha avuto un significato di pace e armonia, le pulizie le ho fatte al mio interno, soprattutto.
    Un abbraccio, carissima, e Buona Pasqua (ah, che bello sfondo che hai scelto!)

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...