Poesia

Bisogna essere felici di nulla,
magari di una goccia d’acqua
oppure di un filo di vento.
Di un animaletto che si posa
sul tuo braccio o del profumo
che viene dal giardino.
Bisogna camminare su questa terra
con le braccia tese verso qualcosa che verrà
e avere occhi sereni per tutte le incertezze del destino.
Bisogna saper contare le stelle,
amare tutti i palpiti del cielo
e ricordarsi sempre di chi ci vuole bene.
Solo così il tempo passerà senza rimpianti
e un giorno potremo raccontare
di aver avuto tanto dalla vita.

Manolo Alvarez ( poeta contadino spagnolo)

come-allevare-a-mano-un-pappagallino-inseparabile_32c90eeefcae02f452f63240723e9e0f

  1. Cara Fausta,
    la questione è vedere quali sono le cose importanti della vita.
    La ricchezza?
    Il potere?
    La fame/notorietà?
    Credo che molti, intorno a noi, risponderebbero di si, con naturalezza, a queste domande.
    Altri, ma sono pochi, si perdono a guardare il cielo, a contare le stelle, ad amare tutti i palpiti del cielo…
    Questi sono i fortunati.
    Quelli, che come Alvarez, scriverebbero, o sottoscriverebbero, questa poesia.
    Grazie del bel passero che ci hai fatto volare e cinguettare attorno.
    Ci ricorda le cose davvero importanti.
    Un abbraccio,
    Piero

    Mi piace

  2. la fortuna di vedere con gli occhi dovrebbe essere una grande felicità solo che molti sono così presi nel guardare dove mettono i piedi che perdono il piacere del paesaggio che hanno intorno ciao cara

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...