La stella cadente

Quanno me godo da la loggia mia
quele sere d’agosto tanto belle
ch’er celo troppo carico de stelle
se pija er lusso de buttalle via,
ad ognuna che casca penso spesso
a le speranze che se porta appresso.

❖ Trilussa

 

20638963_10214076965461954_2332928975781802266_n

      • Me la cavo, anzi ce la caviamo. Devo dire che il caldo ha buttato giù tantissimo anche me. Alle terme si stava in acqua per cui lo sopportavo ma qui a Roma è dura. Oggi è il primo giorno che sento un poco di arietta e riesco a non accendere i condizionatori che spesso mi danno mal di testa. Abbiamo qualcosa da offrire cara Fausta. Ti abbraccio.

        Liked by 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...